8° GIORNO | 27 GIUGNO | BUS OWNERS

“Il governo ci offre circa 10000 euro come risarcimento per i nostri autobus.
Li comprano per distruggerli. Non mi interessano i soldi, a costo di tenerli in garage.”
Di proprietari così ce n’è una quarantina.
Hanno molte cose in comune.
Rappresentano la terza o quarta generazione di proprietari d’autobus, l’autobus era in casa ai tempi del nonno.
Sono diventati meccanici, per passione o per necessità economica di risparmio.
Il 2 luglio devono restituire la targa.
Forse otterrranno il permesso di usare l’autobus per scopi non commerciali, per portare a spasso la famiglia una volta al mese.
La capienza dell’autobus da quaranta posti verrà ridotta e omologata a sedici persone.
Forse verranno dispensati dai costi dalla targa per mezzi d’epoca, 37000 euro.
Di fatto non sanno ancora niente di quel che succederà nei prossimi mesi.
Uno dei due bus owners con cui abbiamo parlato oggi sta restaurando in garage uno dei suoi autobus. Conta di metterci sei mesi. Un altro ci ha mostrato il suo gioiello, un Thames del 1965 che è, ad oggi, il più antico autobus di Malta in funzione. Fino a domenica.

verità o penitenza?

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s